Ultima modifica: 27 settembre 2018

Logicamente…in finale

Dopo le selezioni del 28 febbraio sono stati resi noti i nomi degli alunni della Scuola Secondaria di I grado che parteciperanno alla finale della XXVIII Olimpiade dei giochi logici linguistici matematici.

La competizione ideata dall’associazione Gioiamathesis vuole valorizzazione le eccellenze, fornire ai ragazzi occasioni per acquisire consapevolezza delle proprie abilità e di un sapere che conduca a leggere matematicamente la realtà e promuovere l’abitudine ad un metodo di lavoro rigoroso, creativo, efficace per la ricerca di soluzioni in situazioni problematiche.

La prof.ssa Cuomo propone ormai da diversi anni la partecipazione del nostro Istituto alle Olimpiadi credendo fortemente nella validità di un nuovo approccio alla matematica, stimolante e coinvolgente per i ragazzi, attraverso esperienze volte alla costruzione di processi di pensiero e basate sull’unità dei saperi.

Anche quest’anno il gruppo dei ragazzi che si recheranno a Bari per le fase finale dei Giochi è molto numeroso: 29 alunni sui 54 che hanno partecipato alla selezioni.

Questo l’elenco dei finalisti:

  • Natascia Vindice 1^ B

  • Aurora Ferrari e Angelo Moriero1^C

  • Alessio Di Giulio Rubino e Rossella Tomaselli 2^A

  • Manila Luperti, Mattia Maselli, Dennys Miglietta, Greta Saponaro, Simone Schettino, Rossana Schiavone e Irene Spedicato 2^C

  • Nicola Centonze, Francesca De Giorgi, Roberta Picoco e Davide Santoro, Beatrice Urso 2^D

  • Samuele Gigliola e Urso Davide 3^A

  • Danila Branca, Gaia Ciampi e Francesco Pio Miccoli 3^B

  • Manila De Paola, Mattia Turrisi e Domenico Valente 3^C

  • Morena Carbone, Donatella D’Urso, Nicolas De Vito e Daniele Saponaro 3^D

La finale della XXVIII Olimpiade avrà luogo sabato 5 maggio presso il Politecnico di Bari. I ragazzi raggiungeranno l’Università in pullman, accompagnati dai docenti.

C’è chi c’è stato già lo scorso anno e quindi in questi giorni racconta ai compagni in finale per la prima volta la sua esperienza: l’ingresso al Politecnico, le enormi alule dell’università, i tantissimi ragazzi provenienti da diverse regioni, l’ansia, ma anche tutti gli episodi curiosi e divertenti.Non mancano suggerimenti e consigli ai più inesperti.

E in attesa del fatidico giorno, tutti gli alunni finalisti continueranno ad allenarsi a risolvere quesiti con la metodologia del problemposing e solving. Sono pronti a mettersi in gioco, a sfidare se stessi e, soprattutto, a fare un’altra esperienza che li aiuterà a crescere.

Forza ragazzi!

image_pdfimage_print