Ultima modifica: 28 aprile 2018

Visita alla RAV srl – Pon Promossi e poi – SSPG

Non una semplice finestra aperta sul mondo del lavoro ma un entusiasmante tour in un’azienda che è un’eccellenza del nostro territorio, la RAVSrl, specializzatanella produzione di componenti in carbonio e fibra di vetro per l’industria aerospaziale, navale, energetica, automobilistica e ferroviaria.

È questa l’opportunità, forse unica,che hanno avuto i ragazzi della SSPG protagonisti del Pon Promossi e poi: visitare un’azienda di successo del nostro capoluogo,centrata sulla famiglia, ma proiettata nel futuro e in continua evoluzione.

Luigi Renna, ex operaio della Salver,diventa imprenditore e fonda RAV srl nel 1995. Mettendo a frutto tutti i suoi 30 anni di esperienza nel settore aerospaziale, ed in particolar modo in quello dei materiali compositi, decide di circondarsi di professionisti al fine di offrire ai propri clienti il prodotto qualitativamente migliore al prezzo più accessibile.

Dalla realizzazione dei calchi in gesso per costruire condutture degli impianti di aria condizionata da montare su Atr, nel 2003 l’azienda passa alla produzione di particolari in materiale composito per i settori aerospaziale, navale e automobilistico.

Tutti i processi di produzione delle parti hanno luogo nell’azienda a conduzione familiare: ottomila metri quadri in Contrada Piccoli, nella zona industriale di Brindisi, dove i ragazzi hanno “scoperto” macchinari come le autoclavi polimerizzatrici, le clean room, le celle frigo, la macchina per il controllo degli ultrasuoni.

Accompagnati da una guida importante, Eddy Renna, figlio di Luigi, i nostri alunni hanno osservato il processo di lavorazione di componenti di aerei, e non solo, realizzati esclusivamente in kevlar.

Sono rimasti affascinati da questo materiale, il kevlar appunto, dai suoi usi e dal processo di realizzazione dei vari prodotti con il suddetto materiale composito. Li ha incuriositi sapere che con il kevlar si fabbricano anche i giubbotti antiproiettile e i parastinchi che l’azienda fornisce a molte squadre di calcio di serie A e B.

E sono diventati “esperti” di questa fibra sintetica aramidica, la cui caratteristica principale è la grande resistenza meccanica alla trazione. “È cinque volte più resistente dell’acciaio- spiegano agli altri compagni di classe- molto leggera perchè fatta di fibre di carbonio e di vetro e ha una grande resistenza al calore e alla fiamma”.

Proprio l’intuizione di concentrare tutta la lavorazione, che va dallo studio di ingegneria al laboratorio chimico fino alla formazione degli operai all’interno dello stabilimento, ha permesso alla RAV di espandersi con successo; un modo per poter contenere costi e prezzi finali e, soprattutto, poter osservare i dipendenti e il loro percorso lavorativo, proprio come in una famiglia, quando, giorno dopo giorno, si segue la crescita dei vari componenti.

Forse è questo che più ha colpito l’immaginazione dei giovani visitatori. Un brindisino, Luigi Renna, che, restando nella sua città, è riuscito a creare un’azienda competitiva, uno spazio all’interno del quale ci si dimentica di essere a Brindisi.

I ragazzi, che con il Pon stanno seguendo un percorso che da una parte permette loro di scoprire se stessi, le proprie attitudini, i sogni, dall’altra li pone di fronte al complesso mondo del lavoro, sempre selettivo e incerto, hanno visto nell’azienda RAV una perfetta sintesi di tante variabili, quasi una dimensione dove sogno e realtà, presente e futuro si incontrano.

“Sembra di stare in un altro mondo”, è la frase che ricorre tra i ragazzi durante il breve tour. Ed effettivamente è un mondo dove tutto funziona alla perfezione, dove ognuno svolge il suo lavoro ed è soddisfatto di ciò che fa.

Va detto che il signor Renna, che ama definire se stesso e i suoi operai degli artigiani dotati delle migliori attrezzature e di macchinari all’avanguardia, dà lavoro a un centinaio di dipendenti circa, tra la RAV e la WEB Composite, altra azienda di famiglia sita sulla strada per Tuturano, dove vengono prodotte anche pale eoliche.

E quasi tutti questi dipendenti sono giovani ai quali vengono destinati, come detto, alcuni spazi per la loro formazione, per guidarli in un percorso di crescita umana e professionale. Un’altra scommessa vinta dall’imprenditore brindisino che, anche in quest’ottica,vanta collaborazioni con l’Università Salentina, la Cittadella della Ricerca e l’Istituto Nazionale Di Fisica Nucleare (INFN).

Oggi la RAV opera a livello internazionale, produce parti di aerei per conto di Airbus, Boeing, Alenia, una bella soddisfazione per un’azienda nata dall’ingegno e dal lavoro di un ex operaio, della sua famiglia, e di poche decine di dipendenti.

Un’altra sorpresa per i ragazzi è scoprire che nella nostra regione esiste un Distretto aereospaziale, di cui la RAV fa parte, un polo industriale che conta più di 70 associati tra imprese, centri di ricerca, università, associazioni datoriali e organizzazioni sindacali. Una realtà che ha trasformato la Puglia in un territorio strategico, a livello internazionale, per le lavorazioni in materiale composito. E un’occasione unica per Renna per cresceresu nuovi mercati.

Il patron della RAV, infine, ha un altro primato che ha entusiasmato inostri corsisti: ha costruito la prima automobile “brindisina”, l’Evoluzione GT, una vettura, ispirata alla mitica Lancia Delta Evoluzione, frutto della collaborazione tra vari professionisti italiani del settore, tra cui appunto la Ravsrl di Brindisi.

L’Evoluzione è un’integrale pura, un’auto da competizione tutta realizzata in carbonio all’interno dell’azienda, dotata di un innovativo sistema a “trazione ibrido integrale”, eseguibile grazie alla presenza di due motori elettrici: 200cv, 250cv turbo e con impianto a idrogeno.

Ascoltando le spiegazioni di Eddy Renna, che ha frequentato il liceo scientifico per poi laurearsi in giurisprudenza, c’è chi si vedeva già al lavoro in questa efficiente catena di produzione, chi pensava allo stipendio che si potrebbepercepire azionando questo o quel macchinario. Ma la prof.ssa Protopapa, esperta interna del progetto, ha ricordato ai ragazzi quanto bisogna studiare per ricoprire un ruolo in azienda tanto importante, la necessità di essere competente, di avere senso di responsabilità.

Basti pensare al meticoloso controllo di tutti i componenti realizzati grazie ai test svolti al computer, all’utilizzo della macchina ad ultrasuoni e dei getti d’acqua. Ogni prodotto viene controllato millimetro per millimetro prima di passare al reparto spedizioni.

Dunque occorre prima tanto studio e tanto impegno, ne sono un esempio Eddy e suo fratello minore Walter, presente anch’egli durante la visita.

Una curiosità che i nostri alunni hanno scoperto, effettuando alcune ricerche rientrati a scuola, è che il marchio della Web Composite, lo stesso presente sul muso della Evoluzione GT, è stato scelto dall’imprenditore perché le tre lettere danno l’idea di un aereo proiettato verso il cielo. E le lettere non sono scelte a caso:la W sta per Walter, la E per Eddy e la B per Barbara, i tre figli di Luigi.

Sicuramente per i ragazzi questa esperienza, organizzata anche grazie alla collaborazione della Confartigianato di Brindisi, è stata stimolante e ricca di spunti di riflessione. La Rav resterà per loro l’esempio di un ambiente produttivo dinamico che favorisce il lavoro di squadra incoraggiando le leadership,che promuove la crescita attraverso la collaborazione, che si impegna a costruire un mercato basato sull’innovazione, l’integrità e la qualità del prodotto.

Un esempio che, forse, orienterà alcune loro scelte future.

https://www.youtube.com/watch?v=79EgO7INHbQ

image_pdfimage_print