Ultima modifica: 8 novembre 2018

Un Halloween davvero speciale

La festa di Halloween ha tradizioni antichissime con influenze celtiche e cristiane ed è senza dubbio una delle tradizioni più radicate e popolari nei bambini americani, anche se da anni ormai spopola anche in Italia. Per noi docenti del plesso Modigliani 16, la festa inserita nel percorso progettuale sui sentimenti e le emozioni strutturato nel mese di settembre è stata lo spunto per affrontare il tema della paura. I bambini, infatti, hanno ansie e paure che spesso noi grandi non riusciamo a comprendere (buio, fantasmi, mostri), è importante dunque aiutarli a superare tali stati d’animo in un contesto “protetto”che garantisca spazi e materiali in cui interpretare ed elaborare ludicamente paure e insicurezze. La scuola in occasione della festa è stata addobbata con un castello abitato da “esseri” misteriosi: Zucche; pipistrelli; streghe; fantasmi; stregoni e gatti neri. Tutti personaggi frutto della divertente fantasia dei bambini che li hanno realizzati con materiale rigorosamente di riciclo. La musica, le canzoni, le creazioni artistiche, la conoscenza di una festa proveniente da ‘lontano’, hanno rallegrato la “spaventosa” festa, a cui hanno partecipato i bambini travestiti da pipistrelli; fantasmi; streghe; maghi e zucche. Anche la merenda preparata con cura dalle mamme è stata speciale, perfetta per una festa paurosa: patatine a forma di ragni e pipistrelli; caramelle e biscotti mostruosi con pizzette; salatini e bibite hanno fatto ma solo per poco, bella mostra sui tavoli del salone presi d’assalto dai bambini incuriositi e “affamati”. Alla fine della merenda si è dato il via alla “mostruosa” sfilata. Tutti in fila, bambini, maestre e genitori si sono diretti al plesso di via Mantegna per condividere la gioia della festa con i bambini della Scuola Primaria. I piccoli treenni e quattrenni una volta arrivati nel plesso hanno salutato con delle canzoncine il personale di segreteria e poi si sono diretti con le loro simpatiche borsette piene di caramelle nelle classi seconde, terze e quarte per il classico “Dolcetto o scherzetto?”. I cinquenni, invece, insieme alle maestre hanno colto l’occasione per dare il via al primo incontro di continuità con le classi quinte. Dopo le dovute presentazioni grandi e piccoli hanno cantato delle canzoncine in inglese e dopo si sono scambiati dei dolcissimi gadgets. Purtroppo il tempo a disposizione è passato velocemente e i bambini della scuola dell’Infanzia hanno dovuto riprendere la via del ritorno non senza aver prima portato con loro un simpatico regalo che gli amici “grandi” li avevano preparato. Le due scuole visto la bella giornata trascorsa insieme si sono riproposte di condividere nuovamente momenti di festa e di divertimento insieme. A conclusione dell’attività possiamo dire che la nostra festa di Halloween è stata veramente divertente e ricca di tante emozioni sia per i grandi sia per i piccoli che sicuramente da oggi in poi sapranno come fare per esorcizzare la paura.

 

image_pdfimage_print