Ultima modifica: 11 Febbraio 2019

PROGETTO CONTINUITA’ – S.I. Modigliani 16 e Nido B. Cellini

Quando la tradizione “ORIENTA”…

Le attività di orientamento, programmate in seno al progetto, “Siamo Tutti Naviganti” con il Nido di via B. Cellini, sono state strutturate intrecciando tematiche orientate ad ampliare il focus sull’Educazione alla Cittadinanza, quali il rispetto delle belle e antiche tradizioni locali e soprattutto il rispetto per gli animali.

Attraverso la mediazione ludica tipica della Scuola dell’Infanzia si è inteso coinvolgere grandi e piccoli in due momenti distinti ma nel frattempo complementari: la benedizione degli animali da parte di Don Massimo, parroco della parrocchia “Cristo Salvatore” e le attività laboratoriali. L’incontro tra i due ordini di scuola non a caso si è svolto nella mattinata del 17 gennaio, giorno in cui ricorre Sant’Antonio protettore degli animali. I piccoli accompagnati dalla responsabile del Nido Rossella Brandi, dai loro genitori e dalle educatrici sono giunti nel plesso, portando con sé i loro piccoli “amici”: gatti, cani, tartarughe, pesci, criceti e conigli. Ad accoglierli c’erano in trepidante attesa i nostri alunni (cinquenni), le maestre e Don Massimo.

Dopo i dovuti saluti iniziali e una breve illustrazione della MISSION della nostra scuola, i bambini hanno omaggiato i presenti con un bel canto sull’amicizia per poi passare la parola al parroco che ha spiegato il significato della benedizione degli animali e invitato tutti a partecipare nel tardo pomeriggio al rito dell’accensione del falò presso la parrocchia “Cristo Salvatore”. L’atrio della scuola si è trasformato per un giorno fra tradizione e allegria in una piccola arca di Noè, popolata da animali cari ai bambini che per tutto il tempo li hanno riempiti di coccole e attenzioni.

Le attività sono proseguite con un bel girotondo che ha preparato il terreno per la sorpresa successiva: l’arrivo della fatina “Azzurrina”. Grande lo stupore dei piccoli che si sono stretti intorno alla fatina per ascoltare la storia della Maracas magica che con il suo suono incantava tutti gli animali. Dopo l’ascolto si è dato il via all’attività laboratoriale. Genitori e bambini (essendo numerosi) sono stati divisi in due gruppi ed è stato affidato un tutor a ogni bambino del nido,  per la realizzazione delle maracas (materiale di riciclo) “magiche”.  Il lavoro è stato interrotto da una piacevole pausa, fatta di dolcetti a forma di coniglietto e tante altre leccornie per poi riprendere tra l’entusiasmo generale. Completate le maracas, i due gruppi si sono ritrovati nel salone per la marcetta scandita dal suono delle maracas che ha guidato i graditi ospiti alla “scoperta” della nostra scuola. Il canto finale e lo scambio di gadgets hanno sancito il termine della bella esperienza. I piccoli del nido ci hanno fatto dono di una scatola con i personaggi della storia “Un’ Arca di Amici” mentre i nostri bambini  hanno regalato loro una fascetta con il simbolo del loro animale preferito.

                                          

image_pdfimage_print